Ananda Bed & Breakfast

  Chi siamo

  Dove Siamo

  La Terrazza

  Le Stanze

  Prezzi

  Prenotazioni

  La Città

  Itinerari

 

 

       
Catania  è  la seconda città della Sicilia ed è la capitale della provincia.

Ci sono 58 comuni nella provincia che copre 3,552 km quadri ed ha oltre un millione di abitanti. Catania sorge sulla costa orientale dell'isola, ai piedi del vulcano Etna e a metà strada tra le città di Messina e Siracusa. Il suo territorio comprende anche una vasta fetta della piana di Catania. Si affaccia sul mare Ionio con il golfo che prende il suo nome.

La città di Catania si trova ai piedi dell'Etna, il volcano attivo più grande di Europa. Molto importante per Catania, oltre il vulcano , c'è la Santa Patrona Agata. Appena un anno dopo la sua morte, nel 252, Catania venne colpita da una grave eruzione dell'Etna. L'eruzione ebbe inizio il giorno 1 di febbraio e aveva già distrutto alcuni villaggi alla periferia di Catania. Il popolo andò in cattedrale e preso il velo di sant'Agata lo portò in processione nei pressi della colata. Questa, secondo la tradizione, si arrestò dopo breve tempo. Era il giorno 5 di febbraio, la data del martirio della vergine catanese.

La devozione della città a Sant'Agata si festeggia dal 2 al 5 febbraio con una processione dei Candelore, candele enormi portati dai devoti, preceduti da grosse costruzioni in legno riccamente scolpite e dorate in superficie, costruite, generalmente, nello stile del barocco siciliano, e contenenti al centro un grosso cereo. La Santa, nella sua carrozza poi viene trascinata per le strade della città dai devoti vestiti con un saio di cotone bianco detto saccu, e un copricapo di velluto nero detto scuzzetta. La processione sempre accompagnata da devoti con grosse candele.

Questa e la festa religiosa cattolica più grande del mondo con oltre 2.500.000 partecipanti durante i giorni della festa.

Sicuramente figli illustri, che hanno reso grande Catania nel mondo, sono il compositore Vincenzo Bellini, lo scrittore Giovanni Verga e il poeta Mario Rapisardi.

Le tradizioni culinarie della provincia di Catania devono molto all'agricoltura locale con l'utilizzo dell'abbondanza di frutta e verdura. Anche la  pesca costituisce una risorsa preziosa per la provincia. Ne esce una cucina dove sono molto apprezzate i primi e secondi di pesce, oltre le pizze e scacciate.

   

Sito in Italiano Site in English

              Tel. +39 095 446760 Fax +39 095 2938077 Email  kate@anandamoy.com